NOVITA'

La psicologia dei colori

Il colore è uno degli elementi fondamentali che determinano comportamenti e stati d'animo, relazionati con l'ambiente che ci circonda…Ad esempio, Se apriamo il nostro armadio vediamo subito i nostri colori consueti, ci sono dei colori che non compreremmo mai e che se anche finissero nel nostro armadio con un regalo rimarrebbero lì fino all’eliminazione, ci sono colori che non riusciamo a portare senza sentirci a disagio indipendentemente dal fatto che ci stiano bene o male e colori che portiamo sempre e che in un certo senso ci rassicurano e ci contraddistinguono, l’uso dei colori nell'arredamento possiede la medesima importanza e l'influenza che tali hanno su noi esseri umani diventa particolarmente chiara se pensate che trascorriamo, in media, due terzi della nostra esistenza in ambienti chiusi.


Ecco allora i nostri consigli: nell'ingresso è bene non ricorrere a colori scuri che possono dare una sensazione negativa. Nella zona soggiorno è meglio scegliere una base tenue, le accentuazioni di colore ( per mobili e complementi d'arredo ) possono essere anche molto calde, nelle sfumature del rosso e dell'arancio, purchè non troppo aggressive.
In cucina sono indicati il giallo e il bianco, che mettono in evidenza l'igiene del locale e contribuiscono a percepire correttamente i colori naturali dei cibi.
Nella camera da letto, pareti e soffitto azzurri risultano sempre rilassanti; anche il blu, magari con un tocco di viola, può essere utile per chi soffre d’insonnia.
Per lo stesso motivo sono da evitare il giallo e il rosso, che sono colori eccitanti.
Le camere dei bambini dovrebbero colorarsi di tinte vivaci, accostate armonicamente fra di loro: giallo, arancio, verde e rosa. Chiaramente da evitare il rosso se il bambino tende a dormire poco.
Nelle camere per lo studio vanno impiegati toni come il bianco e il giallo, che risvegliano la concentrazione e la fantasia, ma per gli ansiosi e gli irritabili sono meglio l'azzurro e il verde.
Nel bagno, il bianco dà una sensazione di pulizia, il verde e l'azzurro richiamano le tonalità dell'acqua e sono rilassanti.
Da evitare il grigio scuro e il marrone, associabili a sensazioni di sporco, e anche il rosso che richiama il colore del sangue.

il giudizio dell'esperto

Nel corso della mia carriera si è via via definita la metodologia più adeguata per scegliere i colori più giusti: si tratta in sostanza di capire quali siano esattamente i desideri e i bisogni specifici degli abitanti della casa e di individuare quali gamme di colore siano le più adatte a creare l’atmosfera voluta e a produrre un delicato ma costante stimolo benefico.